Festa di San Martino

Obiettivo Campane

ADOTTIAMO UN'AIUOLA

 

UN'ASSOCIAZIONE CHE SI RINNOVA


Questa  è la storia di 4 persone chiamate Ognuno, Qualcuno, Ciascuno e Nessuno.
C'era un lavoro importante da fare e Ognuno era sicuro

che Qualcuno lo avrebbe fatto.
Ciascuno avrebbe potuto farlo, ma Nessuno lo fece.
Fini' che Ognuno incolpo' Qualcuno perché Nessuno fece ciò che

Ciascuno avrebbe potuto fare.


Scopo dell'Associazione Campalto Viva è che Ciascuno, Qualcuno, Nessuno è Ognuno collaborino per fare quel lavoro importante cioè l'interesse di tutti i cittadini

di Campalto.
Per noi essere soci significa questo.

Grazie a tutti per l'attenzione

 


Notizie

Restauro centro polifunzionale

Tutte le associazioni organizzatrici della festa di San Martino in Strata ringraziano gli amici Tommaso, Giancarlo, Nico, Sandro, Fausto, Ennio e Angelo che con il loro lavoro hanno trasformato il Centro Polifunzionale Pascoli in un luogo adeguato ad accogliere non solo la mostra "Campalto in Aria", ma anche tutte le attività che da anni lì vengono svolte da varie associazioni del nostro territorio.

Velocar a Campalto

Ci sono solo 30 giorni dalla notifica per ricorrere al Giudice di Pace. Garofolini: «Scarsa informazione. Non si colpiscono i cittadini che non vogliono commettere infrazioni».

Circa 20 persone in 2 settimane, per un totale di oltre 80 multe. Ma i cittadini, quasi tutti residenti nella zona, che si stanno rivolgendo direttamente ad Adico Associazione Difesa Consumatori per ricorrere contro le multe per infrazione del codice della strada rilevata dal Velocar di Campalto, sono solo una piccola parte della moltitudine di residenti che si stanno vedendo notificare decine di sanzioni prese al semaforo del centro di Campalto, all’incrocio tra via Orlanda e via Gobbi/via Passo Campalto, per essere passati con il rosso. In teoria: visto che tutte queste persone in realtà con il rosso si sono fermate, ma per sfortuna loro hanno oltrepassato – magari di pochi centimetri – la riga bianca dello stop con le ruote anteriori. E su questa e altre motivazioni l’ufficio legale di Adico ha impostato i ricorsi al Giudice di Pace, i primi dei quali sono stati depositati proprio ieri.

Login Area Soci



Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per tenerti informato sulle nostre iniziative.